Marone ha fatto il primo passo, avanti con il rinnovamento di Riscossa

di Antonio Cembrola

La notizia principale che riguarda il nostro movimento e che ha animato il dibattito politico locale è stata sicuramente quella delle dimissioni da consigliere comunale del nostro rappresentante dott. Claudio Marone. Così come annunciato nel comunicato stampa, le ragioni di questa scelta vanno rintracciate nella volontà di ristrutturare il movimento e di ringiovanirlo nei suoi quadri. A sostituirlo sarà infatti il giovane Gaetano Nuzzo. Il fatto che il primo a mettere in atto questa “volontà di partito” sia stato Marone testimonia ulteriormente la modernità e l’oculatezza del nostro “padre fondatore”. A differenza delle altre compagini politiche cittadine, Riscossa di Maddaloni si dimostra movimento d’azione, di decisione, di profonda prospettiva.

Il rinnovamento non si ferma però a questo. Marone ha sicuramente rotto il muro, ma adesso la valanga di idee, di energie e di ideali deve stravolgere il movimento. In questi anni di amministrazione e di lotta politica, Riscossa di Maddaloni ha visto crescere un gruppo di giovani volenterosi e animati dalla volontà di mettersi al servizio del partito e della città. Oggi è arrivato il momento del rinnovamento, della linfa nuova, della giovinezza cosciente e preparata. Ed a questo scopo sicuramente sarà indirizzato il nostro lavoro nei prossimi mesi. A questo gruppo, anche in vista delle prossime amministrative, si uniranno le nuove figure che in questi giorni hanno aderito al movimento. Su questo connubio, sull’unione di esperienze divere, si fonderà il futuro del nostro partito. L’espressione partito non è un caso. Noi ci consideriamo tale perché alla base ci sono gli ideali, una visione politica comune, ed organizzazione interna propria dei partiti tradizionali. Le beghe personali ed i simboli vendibili e scambiabili li lasciamo agli altri. Noi siamo persone serie, noi siamo Riscossa di Maddaloni.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *