Movimento Politico 'Riscossa di Maddaloni' Rifare l'Italia

Basta aspettare! Subito un tavolo tecnico per il ripristino dell’Ospedale

di Antonio Cembrola

MADDALONI – Finalmente dopo due anni di pandemia ci stiamo avviando verso un ritorno alla normalità. Anche nella nostra città la situazione sembra migliorare e la vita sta riassaporando la bellezza di quella che un tempo era la nostra consuetudine. Tutto cambia, tranne una situazione che ad oggi sembra paradossale. L’ospedale di Maddaloni resta ancora tutto dedicato a centro covid. A due anni di distanza da quella adesione e disponibilità civica che il popolo maddalonese assunse nei giorni più drammatici dello scoppio della pandemia, di ripristinare l’ospedale di Maddaloni alle sue antiche e consuetudinarie funzioni non se ne parla minimamente. Mentre in altri centri ospedalieri si fanno le passerelle, si inaugurano i reparti, per la felicità di politici e cittadini, Maddaloni vede ancora il suo ospedale unicamente dedicato alla pandemia. Un’incredibile assurdità!


Continua a leggere…

“Riscossa di Maddaloni” apre lo Sportello per il Cittadino

Il movimento politico “Riscossa di Maddaloni” inaugura lo Sportello per il Cittadino. A partire da martedì 26 aprile 2022 dalle ore 18:00 alle ore 20:00 il coordinatore del movimento Giuseppe Vigliotta, il consigliere comunale dott. Claudio Marone e i membri del direttivo saranno presenti alla sede di corso I ottobre n. 52 (primo piano) per accogliere le problematiche dei cittadini maddalonesi e per cercare di avviarne una soluzione. Si tratta di un vero e proprio appuntamento fisso settimanale. L’intento del movimento è quello di creare una via di comunicazione privilegiata tra la politica e i cittadini, fornendo non solo un interlocutore valido, ma anche cercando di venire incontro a quelli che sono i disagi della cittadinanza. Si tratta di un atto dovuto e naturale che sottolinea, qualora ce ne fosse ancora bisogno, la particolarità di “Riscossa di Maddaloni” rispetto al civismo locale, ovvero il senso della politica e della disponibilità verso la cittadinanza coltivato giorno per giorno e non solo in determinati periodi del mandato amministrativo.

Edificio scolastico via Roma, Il capogruppo Marone: «Venga ripristinata l’intitolazione a Luigi Settembrini»

MADDALONI – (Caserta) Venga ripristinata l’intitolazione a Luigi Settembrini dell’edificio scolastico di via Roma. E’ questa la proposta presentata questa mattina in una nota dal capogruppo consiliare di “Riscossa di Maddaloni” dott. Claudio Marone al sindaco Andrea De Filippo e all’assessore al ramo. La richiesta giunge in seguito e in risposta a quella presentata dalla dirigente scolastica dell’attuale istituto comprensivo “Maddaloni 1 Villaggio” che prevede di intitolare la scuola a Franco Imposimato.


Continua a leggere…

Villaggio dei Ragazzi, Riscossa di Maddaloni: «E’ il momento di tornare all’amministrazione ordinaria»

Il movimento politico “Riscossa di Maddaloni” torna ad occuparsi della Fondazione Villaggio dei Ragazzi. Abbiamo appreso con entusiasmo lo scorso 22 febbraio la notizia dell’omologa del concordato da parte del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, una sentenza che dà respiro e finalmente certezza di sopravvivenza ad un’istituzione storica della nostra città che nel tempo è diventata centro di eccellenza e di sviluppo per il territorio. Riteniamo che con la decisione presa dall’autorità giudiziaria si apra sostanzialmente una nuova fase per il Villaggio dei Ragazzi. Consci di ciò, ci rivolgiamo al sindaco Andrea De Filippo e alla Regione Campania affinché venga avviata una procedura che chiuda la fase commissariale della Fondazione.


Continua a leggere…

Riapertura Serd

Riscossa di Maddaloni rivendica il proprio ruolo e replica a Santangelo

Abbiamo appreso con entusiasmo la notizia comparsa ieri sui quotidiani dell’impegno dell’Asl di Caserta ad individuare dei locali per la riapertura in una sede adeguata del Serd (Servizio per le dipendenze). Siamo naturalmente felici perché finalmente si fa un ulteriore passo in avanti per garantire un servizio che da due anni è stato cancellato, abbandonando a sé stessa un’utenza di circa 300 cittadini. Quello che però ci ha sorpreso è stato il comportamento del consigliere regionale Vincenzo Santangelo che proprio ieri ha diffuso un comunicato nel quale si autoproclama come colui che ha reso possibile la risoluzione della problematica.


Continua a leggere…

Scontro Russia Ucraina: un po’ di chiarezza!

Da qualche giorno la disputa pluriennale tra Federazione Russa ed Ucraina è sfociata in una vera e propria guerra con invasione militare, bombe e purtroppo morti anche tra i civili.

Subito ed all’unisono si sono elevate, in tutto l’occidente, condanne senza appello all’orso russo che ancora una volta ha mostrato tutta la sua protervia, la sua volontà di sopraffazione, la sua connaturata violazione dei diritti umani e civili.

Tutti, anche il Papa, si sono schierati dalla “parte giusta della storia”.   Ebbene premesso che la Storia è maestra di vita facciamone un po’.


Continua a leggere…

Moby Dick… la Balena Bianca

Dopo una gestazione non particolarmente lunga, nella “aula sorda e grigia” di Montecitorio (che Qualcuno tempo fa avrebbe voluto trasformare in un bivacco di manipoli), è saltato fuori il nome dell’immarcescibile democristiano Mattarella riconfermato Presidente. Tutti a brindare e festeggiare chi con vera gioia (sinistra, tanti ex democristiani, grillini e magistrati), chi facendo buon viso a cattivo gioco (centrodestra), in quanto a loro dire è questa la soluzione migliore per il Paese.


Continua a leggere…

L’anno vecchio se ne va…

Il 2021 è appena trascorso e vale la pena qualche riflessione. Ci sono stati molti avvenimenti che hanno modificato alcuni equilibri internazionali e, al solito, l’Europa ha recitato un ruolo di secondo piano se non addirittura di comparsa.

In Afghanistan la guerra è finita. Meglio, le truppe di occupazione occidentali si sono ignominiosamente ritirate e gli studenti coranici, quei talebani che quando sparavano sull’Armata Rossa erano encomiabili patrioti difensori della libertà e quando hanno rivolto le armi contro i marines sono diventati terroristi tagliagole, hanno preso il potere acclamati dalla popolazione dimostrando che la “democrazia capitalista” non si esporta (su questo ci ritorneremo).


Continua a leggere…