Riapertura Serd

Riscossa di Maddaloni rivendica il proprio ruolo e replica a Santangelo

Abbiamo appreso con entusiasmo la notizia comparsa ieri sui quotidiani dell’impegno dell’Asl di Caserta ad individuare dei locali per la riapertura in una sede adeguata del Serd (Servizio per le dipendenze). Siamo naturalmente felici perché finalmente si fa un ulteriore passo in avanti per garantire un servizio che da due anni è stato cancellato, abbandonando a sé stessa un’utenza di circa 300 cittadini. Quello che però ci ha sorpreso è stato il comportamento del consigliere regionale Vincenzo Santangelo che proprio ieri ha diffuso un comunicato nel quale si autoproclama come colui che ha reso possibile la risoluzione della problematica.

Prendiamo atto che finalmente dopo un lungo sonno il consigliere Santangelo si sia svegliato, ma prima di attribuirsi meriti e medaglie, crediamo che debba sapere alcune cose. Da più di un anno il movimento politico Riscossa di Maddaloni ha denunciato lo stato di abbandono dei circa 300 pazienti che frequentavano il Serd, con il relativo disagio sociale che esso comporta. Circa un anno fa, in un convegno a cui prese parte anche il Direttore Generale dell’Asl di Caserta Ferdinando Russo, il nostro capogruppo in Consiglio Comunale dott. Claudio Marone intervenne sul tema, invitando Russo a provvedimenti per la riapertura. A questo seguirono mail e comunicazioni tra il nostro esponente e l’Asl. Con l’interessamento del sindaco Andrea De Filippo, in collaborazione con i funzionari comunali, si stava procedendo ad un avviso pubblico per l’individuazione dei locali. Più volte in questo periodo abbiamo denunciato lo stato del Serd con articoli ed interviste sugli organi di stampa. Ebbene dopo un anno di lavoro e di contatti qualcosa si muove e non ci sembra minimamente giusto che, chi finora sulla tematica non ha espresso parola, si prenda il merito di una possibile risoluzione. Crediamo che anche in politica ci sia bisogno di rispetto dell’operato altrui e crediamo che attribuirsi meriti non propri non sia un bel biglietto da visita. Detto ciò, la nostra azione e il nostro operato continueranno a puntare al raggiungimento degli obiettivi che ci siamo fissati in campagna elettorale, tendendo sempre un orecchio alle richieste dei cittadini. Tutto questo per il bene della comunità maddalonese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *